Ricerca

Alex Brian

Tag

poesie

Fuori tempo

Qualcuno t’avrà certo detto quel ch’io non potei dirti. Vedi,  è la mia colpa: il mio eterno ritardo. Come la luce che arriva da noi Quando nel cielo le stelle ormai non ci sono. Come quel  sogno in cui, in... Continue Reading →

Ricci

I ricci sono meraviglie. Come il sole, l’edera e le nuvole si ribellano alle strade dritte. Per certi aspetti sono riversi un po’ in se stessi, e un po’ si espandono evidenziando che al mondo non c’è più bella cosa... Continue Reading →

Baroque

Siamo altro che la nostra pelle, quello che rimane, e forse tu sei la speranza, irriconoscibile grazia del mondo, nascosta come un tesoro in un logoro scrigno. Alex Brian

Senza te

Passano le ore, nessun suono degno di nota. Nessuna lettera, nessun segno. Granelli di sabbia nelle scarpe sottointendono un ultimatum I tramonti suggeriscono di ritentare domani. l'azzurro mare si appiattisce in un grigio città, piano la nebbia entro dentro la... Continue Reading →

Castelli di carte

Un colpo di vento e il sangue manca, si fredda, scende. Sbianca la guancia. Succede che la forza ti abbandoni sebbene imperversi la lotta fuori. E’ il meccanismo della resa mentre pensi di non farcela, perdi prima di aver preso... Continue Reading →

Un seme

Scende la pioggia, scende Scenderà la neve. Rallenta. Non ho ancora toccato terra. Né ho trovato il mio suolo. Una eco rimarrà forse di me. Quando rimbalzerò sulla Inospitale roccia.   Alex Brian

Un chiosco abbandonato

Un chiosco abbandonato Pioggia che scende, il riparo, un bacio rubato denti sulle labbra se chiudo gli occhi sono li, l'odore, il tatto, il sentimento. Bugie e mancate presenze. La fuga del primo maggio. Quadri di marziani In spazi reconditi... Continue Reading →

Sui nostri passi

Il tempo non cambia il passato. Anche se sei distante, dopo tanto non ho dimenticato: i tuoi sorrisi, le tue distrazioni, il tuo sguardo nella mente, sempre al di là delle finzioni, liberi come in mare aperto, eravamo e non... Continue Reading →

Visioni d’autunno

Uno specchio d'acqua rabbuiato da una cupa notte, seppur una falce bianca stacca i colori in superficie è rimanente della miglior parte di una luna nera che avanza.   Alex Brian

Sassi

I gesti sono eloquenti, come la traiettoria di un sasso rivela gli intenti. Come pietra i movimenti,  freddi e senza cura, ma come gelidi torrenti, portano via. Alex Brian

Moderne rovine

Certi luoghi abbandonati nemmeno il piu solitario dei deserti, un autogrill in fredda mattina con saracinesche abbassate e l'asfalto che si affaccia sull'erba. Non passa una macchina o persona viva a salutare la moderna rovina, un vestito troppo stretto sui... Continue Reading →

Elementi

Devo tornare a sbriciolare la terra con le mani, perchè a questo mondo si può crescere, purtroppo, solo consumando. Anche i mari evaporano per ripioverci addosso, la stasi è la fine, la vita eterna un inganno. Il destino è una... Continue Reading →

Profumo

Nelle tue iridi disumana bellezza, fremente d'eccitazione, quasi d'imbarazzo. Tengono in serbo una domanda. L'odore della pelle ne da il senso. Quel magnifico profumo, delicatezza d'esistenza impossibile a cogliersi del tutto.   Alex Brian

Il mare nel cielo

Nel cielo vedo l'azzurro, l'azzurro del mare. Un mare mai stato così distante. E' venuto a trovarmi, voglio pensare, chiedendo ai sogni in un sussurro, di non mollare mai, mai smettere di cercare il pezzo di libertà, il pezzo mancante.... Continue Reading →

Amaro

Un nascondiglio tra i fiori o sotto la cenere del grigio camino. Parlare a due spalle voltate. Un sorriso strappato, uno sguardo ferino. La brezza fredda che colpisce il ventre. Le buone visioni violentate. Il gusto amaro impregna la mente.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑