Un chiosco abbandonato

Pioggia che scende, il riparo,

un bacio rubato

denti sulle labbra

se chiudo gli occhi sono li,

l’odore, il tatto, il sentimento.

Bugie e mancate presenze.

La fuga del primo maggio.

Quadri di marziani

In spazi reconditi

Agghindati di bracciali

Senza aloni di memorie

L’indecisione forse, il tempismo probabilmente

Condivisioni così inutili

E in effetti tradimenti

Un saluto dato a un auto

in inversione a U.

Un saluto irriverente

Ad un ingenuo fotografo

Mura di mattoni

pioggia che per le strade scende.

Alex Brian